13 Dicembre 2019
[]
news

ANCORA UN LUTTO COLPISCE IL G.G.G. TOSCANO

02-07-2011 - news generiche
Il 2011 si sta rivelando un anno pernicioso per il G.G.G. Toscano, colpito da gravi lutti.
Infatti ieri pomeriggio è venuto a mancare un altro dei personaggi storici del Gruppo Giudici Gare della nostra regione: Franco Baccani, per anni figura autorevole del gruppo giudicante sia a livello nazionale che regionale.
Franco era nato a San Giovanni Valdarno il 10 luglio del 1929. Giovanissimo si era distinto in campo agonistico nel settore del mezzofondo e delle gare su strada correndo per i colori della Sangiovannese prima e dell´Assi Giglio Rosso poi.
Terminata la parentesi agonistica della sua vita di vero sportivo, Baccani era passato nei quadri del G.G.G. staccando nel 1966 la sua prima tessera da giudice, distinguendosi subito per efficienza e competenza tanto da essere nominato Fiduciario locale di San Giovanni Valdarno dal 1967 al 1969.
Trasferitosi a Firenze aveva ricoperto l´incarico di fiduciario provinciale dal 1969 al 1971, e successivamente dal 1974 al 1981. Nel frattempo aveva percorso rapidamente anche la carriera di giudice di partenza, approdando con pieno merito al ruolo nazionale.
Dal 1988 al 1993 dopo la scomparsa di Luciano Caldonazzo aveva guidato il G.G.G. regionale, prima di ritirarsi dai ruoli attivi per il sopraggiungere di problemi fisici che ne avevano limitato prima e poi ridotto la funzionalità sui campi.
Nel 1974 era stato insignito del Premio Toscana e nel 1989 il C.O.N.I. gli aveva conferito la Stella di bronzo al merito sportivo, riconoscimenti che andavano ad affiancarsi alla Quercia di 1° grado della Fidal (1978) e alla Benemerenza di 3° grado del G.G.G. concessagli nel 1994.
I funerali si svolgeranno lunedi mattina 4 luglio alle ore 10,00 nella chiesa dei S.S. Salvatore e Lorenzo di Badia a Settimo.
Alla moglie Paola, ai figli e ai nipoti il cordoglio di tutti gli amici della Fidal Toscana per la grave perdita di una persona di sicuro riferimento quale era Franco.

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]