22 Maggio 2019
[]
news

ASI Veneto e Olimpia Amatori Rimini campioni d´Italia 2009 società master.

20-09-2009 - news generiche
Sono l´Atletica ASI Veneto tra le donne e l´Olimpia Amatori Rimini tra gli uomini, le società Campioni d´Italia 2009 master.
E´ questo il verdetto che giunge da Firenze, stadio Luigi Ridolfi, dove la mattina conclusiva dei societari master si apre sotto un cielo coperto e una temperatura più fresca rispetto a quella del pomeriggio precedente - circa 20° - , mentre gli atleti fin dal primo mattino affollano lo stadio e riscaldano muscoli affaticati da tante "battaglie".
Si inizia poco dopo le 9 con l´alto femminile, in cui in pedana si presenta anche Cristina Scaletti (Assi Banca Toscana Firenze - MF40) assessore all´ambiente del Comune di Firenze, che sale fino a un ottimo 1,47m. Come al sabato, anche per la gara femminile dell´alto si gareggia contemporaneamente su due pedane. Ma in generale quella delle due pedane, o almeno delle due serie per le altre competizioni, è il leit motiv di questa finale dei campionati italiani societari master. E d´altronde non potrebbe essere diversamente, visti i numeri dei partecipanti, oltre 1600 concorrenti, cui la F.A.E., la FIDAL e il Gruppo Giudici Gare, la Federazione Italiana Cronometristi hanno dato il dovuto supporto, grazie al contributo di oltre 200 persone coinvolte nell´organizzazione.
Le gare si susseguono a ritmo continuo, e gli atleti sono sostenuti come sempre dall´applauso del numeroso pubblico che gremisce la tribuna centrale del Ridolfi, anche perché si avvicina il momento dell´assegnazione degli scudetti. Mentre dirigenti e tecnici fanno i propri conti per meglio capitalizzare
i risultati dei propri atleti, quest´ultimi si spremono in pista e in pedana.
Dalla pista giunge la grande performance della giornata, ovvero la nuova miglior prestazione italiana dei 3000m, categoria MF 45, dove Nadia Dandolo (Atletica Asi Veneto) con 10´ 05"90 abbatte il precedente primato di Jocelyne Farruggia (10´ 20"50) siglato nell´aprile di quest´anno. Nelle pedane si segnala di nuovo Maria Tranchina (CUS Palermo - MF 40) che nel disco lancia a 34,85m.
Ma sono degni di nota anche Mauro Graziano (S.S. Vittorio Alfieri Asti - MM40) che bissa il successo dei 100m, facendo meglio di tutti anche sui 200m in 22"93, e poi ancora Ugo Sansonetti (A.S.D. Romatletica - MM 90), di nuovo presente in gara -dopo i 400m- nei 200m, che corre in 40"03; così come Gabre Gabric (A.S. Atletica Sandro Calvesi - MM95) che, dopo il peso, mostra la propria splendida forma anche nel disco, lanciando a 11,60m.
Un po´ di numeri significativi relativi alle numerose gare: 5 serie dei 200hs maschili, 2 serie 200hs femminili; 5 serie in programma negli 800m maschili; 4 femminili; 7 serie dei 200m maschili; 5 femminili; 4 serie della 4x400 maschili; 3 serie della 4x400 femminile.
Alle 14:40 inizia proprio con le 4x400m il gran finale: 3 serie femminili e 4 maschili. Gare combattutissime e ovviamente seguite da un rumoroso tifo dalle tribune. Solo alle 15:45 si conclude la manifestazione con l´assegnazione degli scudetti e la redazione delle relative graduatorie di società.
A livello femminile l´Atletica ASI Veneto con 1272 punti precede l´A.S.D. Romatletica con 1253,5 punti, mentre al terzo posto si classifica l´Idealdoor Libertas S. Biagio con 1215,5 punti. Tra gli uomini la vittoria va all´Olimpia Amatori Rimini con 1250 punti davanti alla S.S. Vittorio Alfieri Asti con 1227 punti , terzo posto per l´Atletica Ambrosiana con 1208,5 punti.
La F.A.E. (Firenze per l´Atletica Europea) e il comitato della FIDAL Toscana si congedano ringraziando tutti i partecipanti, i volontari, il Gruppo Giudici Gare, la Federazione Italiana Cronometristi, i sostenitori istituzionali come il Comune di Firenze, la Regione Toscana, l´APT Firenze, la Misericordia, nonché gli sponsor: Citti Firenze - premiazioni sportive, Elleffe Sportswear di Pisa, Copy World, Toscana Energia, Firenze Marathon, la Florence Promhotels, e le aziende vinicole consorziate dei Produttori di Lamole (I Fabbri, Castellinuzza, Masse di Lamole, Castellinuzza e Piuca).

Foto di Andrea Bruschettini

Foto di Marcello Farina

Fonte: Andrea Bruschettini

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]