13 Novembre 2019
[]
news

Ancora tempo di raduni: a Piombino c'è Gulizia, con Valeria Straneo e altri azzurri

08-01-2014 09:43 - news generiche
Ancora tempo di raduni per quanto riguarda il settore tecnico della Fidal. A breve scatterà a Piombino il raduno per i mezzofondisti, previsto da lunedì 13 gennaio a domenica 19 gennaio. "In rappresentanza" delle società toscane è presente Alessandro Gulizia, classe 1992 tesserato per l'Atletica Futura di Figline. Sarà in compagnia di altri 12 atleti uomini e cinque atlete. Tra queste la vicecampionessa mondiale di maratona a Mosca 2013 Valeria Straneo, oltre a Debora Toniolo, Elisa Stefani, Rosaria Console, Silvia Weisssteiner. In campo maschile spiccano i nomi di Danilo Goffi, già campione europeo di Maratona, Andrea Lalli, già campione continentale Under 23 nel cross, degli azzurri Ruggero Pertile e Giovanni Gualdi.

Dopo quelli tra Natale e Capodanno che hanno visto impegnati un centinaio di atleti under 20 tra Formia e Grosseto e oltre 30 Allievi al lavoro sempre presso la Scuola Nazionale di Atletica Leggera "Bruno Zauli" nella prima settimana del nuovo anno, intanto sono in corso di svolgimento i raduni riservati agli Under 23: sono 82 in tutto (58 ragazzi e 24 ragazze) le Promesse convocate insieme ai rispettivi allenatori dalla Direzione Tecnica federale e che sono in corso di svolgimento (dal 7 all'11 gennaio) e di cui abbiamo dato conto nei precedenti post, e che si stanno svolgendo tra Formia (velocità, ostacoli e prove multiple), Padova (salti) e Grosseto (lanci, mezzofondo e marcia). "Questi raduni - spiega il Dt Massimo Magnani - sono solo il primo atto di un progetto focalizzato sulla categoria "Promesse" ideato in stretta collaborazione con Stefano Baldini, in quanto molti degli atleti (nati 1992-1993-1994, ndr) selezionati provengono dal settore giovanile. L'intento è quello di dare supporto ad una fascia d'età molto delicata e a rischio "drop out", con l'attenzione rivolta principalmente agli atleti delle società civili. Oltre ai raduni, sono previsti test di valutazione tecnica e funzionale, un servizo medico-fisioterapico preventivo, un piano di assistenza in caso di infortuni e un programma di gare dedicate in un circuito di meeting italiani. Per alcuni potrebbe inoltre scattare l'opportunità di esperienze all'estero, al fianco di atleti senior".

Fonte: Carlo Carotenuto / Ufficio stampa Fidal

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]