22 Maggio 2019
[]
news

Buone gare nella penultima tappa del Gran Prix Montepaschi 2009

07-09-2009 - news generiche
Arrivo m 100
Pomeriggio di sole settembrino, non afoso, al campo suola R. Martelli di Livorno dove, con la regia dell´Atletica Libertas Runners Livorno, è andata in scena l´ottava e penultima prova del Gran Prix Montepaschi 2009.
Competizioni non affollate di partecipanti, ma buoni risultati tecnici e gare combattute, se si tiene in considerazione il particolare periodo della stagione.
Nei 100m maschili ben 8 serie (circa 50 atleti in gara) con la netta vittoria del grossetano Stefano Teglielli (Aeronautica) in 10"89 (vento - 0.9) davanti a Manura Kuranaghe (Virtus CR Lucca) in 11"16 e a Matteo Andreani (Atletica Livorno) in 11"19.
Anche negli 800m si sono avute 5 batterie e circa 40 atleti in gara. Nella quinta - quella dove si trovavano gli atleti accreditati dei migliori tempi- si è avuta bagarre fin dalla partenza. Gruppo pressoché compatto al passaggio alla campana, poi negli ultimi 250m si è decisa la gara, quando l´allievo Joao Junior Neves (Atletica Livorno) ha deciso di rompere gli indugi, vincendo in volata in 1´58"13 davanti a Gherando Collini (Toscana Atletica Caripit) in 1´58"80 e Massimo Raglianti ( Pol. Corso Italia) in 1´59"04.
Nei 5000m lo junior Attilio Nania ( Pol. Corso Italia) ha a lungo controllato la gara, per poi andare a vincere in 15´ 39" 15 davanti a Giacomo Ricco (Toscana Atletica Caripit) e Federico Meini (Atletica Livorno).
Nel triplo maschile prova di forza di Leandro Mangani (Atletica Firenze Marathon) che vince con 14,50m davanti a Francesco Muller (Toscana Atletica Caripit), secondo con 14,20m, e l´allievo Tommaso Belfiore (Libertas Runners Livorno), terzo con 13,30.
Nel martello assoluto, sotto lo sguardo attento di Nicola Vizzoni, consueto successo del talentuoso Lorenzo Rocchi (Assi Banca Toscana Firenze) questa volta arrivato "solo" a 63,90m, davanti a Dario Ceccarini (Toscana Atletica Caripit) secondo con 59,05m e Dario Aulisa (Toscana Atletica Caripit) terzo con 53,53m.
Sulla stessa pedana, ma al femminile, è venuta la miglior prestazione tecnica della manifestazione con il successo della senese Elisa Palmieri (Esercito), che, con un miglior lancio a 62,18m, è tornata su buone misure, dopo il 65,34 che in giugno le aveva consentito il successo nel Top Club Challenge, spalancandole anche le porte per la convocazione alle Universiadi di Belgrado.
Quattro le serie dei 100m femminili, con la quarta - quella dei migliori tempi d´iscrizione- che ha visto un testa a testa risolto solo al fotofinish tra Giulia Pennella (Fondiaria SAI) e l´azzurrina Anna Bongiorni (CUS Pisa Atletica Cascina), con la vittoria della prima in 12"53 contro il 12"54 della seconda (vento: - 0,1ms).
Negli 800m due le serie in programma, con la seconda che decreta la vittoria assoluta grazie all´imperioso allungo conclusivo di Giada Bertucci (Atl. Sestese Femminile) che regola in 2´ 15" 73 la bicampionessa italiana juniores di 800 e 1500, Federica Soldani (PolisportivaAurora) che ha chiuso in 2´ 17"05, mentre al terzo posto conclude Jessica Ponte (Atl Sestese Femminile) in 2´18"79.
Due le atlete al traguardo dei 5000m, con la vittoria Arianna Mondin (Atletica Industriali Conegliano) in 18´ 35"10 davanti a Federica Guerrazzi (Atletica Livorno), 18´ 44" 80.
Il salto in alto è invece un monologo per la forte atleta di casa, Daniela Galeotti (Forestale), che vince saltando agilmente 1,76m al primo tentativo, ma rimanendo poi parzialmente delusa per i tre falliti tentativi a 1,80m. Alle sue spalle l´allieva Sara Baracani (Atletica Firenze Marathon) con 1,55m, e il terzo posto di Claudia Benedini (Atletica Firenze Marathon) con la stessa misura.
Lontane dal nuovo tetto mondiale siglato da pochi giorni dalla Isimbaieva, ma non per questo meno brave, le protagoniste dell´asta, con la vittoria a 3,20m di Letizia Poli (Atletica Livorno), davanti all´allieva Letizia Marzenta (Atl. Sestini) e Eva Neri (Atletica Livorno).
Il Gran Prix Montepaschi dà appuntamento a tutti gli atleti per l´ultima tappa, tra due settimane, a San Giuliano Terme, con i decisivi scontri per definire i vincitori dei vari settori agonistici, e assegnare il montepremi che come ogni anno la banca senese ha permesso di realizzare.
Il prossimo week end invece in gara, sia sabato e che domenica, al campo scuola Renzo Corsi di Siena dove si assegneranno i titoli toscani individuali juniores e promesse.

Fonte: Andrea Bruschettini (Foto di Andrea Bruschettini)

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]