19 Luglio 2019
[]
news

CAMPIONATI ITALIANI JUNIORES E PROMESSE 2009 - RIETI

16-06-2009 - news generiche
Lo Stadio Raul Guidobaldi di Rieti, divenuto uno dei centri più attivi della atletica nostrana, è stato teatro di una serie di eccellenti prestazioni degli atleti toscani impegnati nei Campionati Italiani Juniores e Promesse, riservati agli atleti maschi e femmine appartenenti alle categorie destinate a rinverdire le schiere dei protagonisti della atletica leggera nazionale.
Come di consueto il programma si è svolto nell´arco di tre giornate di gare dal 12 al 14 giugno.
Per ben cinque volte il gradino più alto del podio è stato occupato da un atleta toscano. Lanci e mezzofondo sono state le specialità che hanno portato ben cinque ori in Toscana.
Doverosamente diamo la precedenza alla fantastica Federica Soldani della Polisportiva Aurora di Pontedera, classe 1991 e quindi juniores, che dopo il titolo degli 800 conquistato sabato 13 giugno con il tempo di 2:12.91 con ampio margine sulla seconda (2:13.59), si è imposta il giorno dopo anche sui 1500, conclusi con l´ottimo tempo di 4:33.35 dopo una accanita lotta con la sua avversaria più pericolosa, Giulia Viola dell´Atletica Mogliano, la stessa che l´aveva impegnata anche negli 800 metri.
Il lancio del martello è una specialità che, in campo maschile parla oggi quasi esclusivamente l´idioma toscano. Nicola Vizzoni può sognare sonni tranquilli. I suoi successori stanno arrivando. I loro nomi? Nella categoria juniores senza dubbio Gianlorenzo Ferretti, altro prodotto dalla prolifera Polisportiva Aurora di Pontedera, vincitore del titolo di categoria (attrezzo da 6 kg) con m. 62.69 ottenuto all´ultimo lancio, ma al comando della gara fin dal terzo lancio (m. 62.35), misura già sufficiente ad assicuragli il successo in quanto non superata dal secondo classificato (61.77).
Lorenzo Rocchi da Massa ma tesserato per l´Assi Banca Toscana è da diverse stagioni il dominatore delle categorie giovanili nella specialità del lancio del martello. A Rieti l´allievo di Nicola Vizzoni ha conquistato un nuovo titolo nazionale (questa volta quello "promesse", attrezzo da kg. 7.260) con la misura di m. 67.37 che lo porta a soli due metri dal primato toscano di categoria che appartiene al suo maestro (69.32 del 1992).
Rocchi è stato l´unico concorrente ad aver superato la barriera dei 60 metri. Cinque volte su sei lanci (di cui uno nullo) il martello di Rocchi ha superato la striscia dei 60 metri distanziando il secondo classificato di oltre 10 metri e mezzo.
Al sesto tentativo il disco di Federico Apolloni, portacolori della Atletica Firenze Marathon, ha superato la fettuccia dei 57 metri andando a consacrare il titolo italiano promesse conquistato dal forte lanciatore fiorentino che il giorno dopo (14 giugno) si classificherà secondo nella prova di getto del peso con un lancio di m. 15.56, anche questo ottenuto all´ultimo lancio a testimonianza delle qualità combattive del ragazzo.
Il bottino dei toscani non si è fermato certo ai cinque "ori" appena descritti.
Altri due atleti indossanti a colori di società della nostra regione hanno assaporato il gradino più alto del podio, fermandosi a quello sottostante superati da atleti capaci di risultati ben più eclatanti.
Elisa Magni, la tenace lanciatrice di martello dell´Atletica Livorno ha conquistato l´argento della specialità (attrezzo da 4 kg) nella categoria juniores, scagliando l´attrezzo a m. 53.03, mentre Giacomo Puccini dell´Atletica Virtus CR Lucca con un lancio a m. 62.65, si è piazzato alle spalle del forte "finanziere" Emanuele Sabbio unico a scagliare l´attrezzo oltre i 70 metri.
Non veste più i colori dell´Atletica Firenze Marathon ma continua ad allenarsi allo Stadio Ridolfi sotto lo sguardo attento del prof. Paolo Fiorenza, la seconda classificata dei 100 metri promesse. Parliamo di Audrey Alloh battuta di un soffio (11.68 contro 11.71) fa Ilenia Draisci della Fondiaria SAI Atletica, una velocista, come la Alloh, ormai stabilmente nel giro delle squadre azzurre.
Cinque medaglie di bronzo individuali e una di staffetta, hanno completato il quadro delle prestazioni dei nostri ragazzi al "Guidobaldi".
Camilla Fiorindi dell´Atletica Firenze Marathon, dopo un ottimo 11.97 ottenuto nella batteria dei 100 metri ha coronato la sua prestazione reatina con un terzo posto nella distanza breve (12.02) e con l´accesso alla finale dei 200 dove ha chiuso al sesto posto (24.94).
Ester Silvan, la giovane (junior) saltatrice con l´asta dell´Assi Banca Toscana, è salita fino a m. 3.50 ha passato la misura di m. 3.55 per andare all´attacco dei 3 metri e sessanta che tuttavia, anche se superati, non le avrebbero permesso di piazzarsi al secondo posto dietro alla perugina Alessandra Lazzari che si è aggiudicata il titolo italiano con la misura di m. 3.80.
Nei 400 ostacoli juniores al femminile sembrava che il raggiungimento della finale fosse il traguardo massimo per Ambra Garzella (Cus Pisa Atletica Cascina). La ragazza invece sapeva farsi valere e conquistava un brillante terzo posto in 1:04.93 andando ad insidiare il secondo posto di Anna Generali (1:04.40).
Grande temperamento anche per Barbara Trallori dell´Atletica Sestese Femminile che con un ultimo salto a m. 5.78 riusciva ad acciuffare un ottimo terzo posto nella prova riservata alle juniores prevalendo su un lotto molto agguerrito di concorrenti che, a parte le prime due classificate, sono risultate divise in classifica da pochi centimetri.
Il disco di Rebecca Moroni della Toscana Atletica Empoli Nissan ha superato al quinto tentativo i 41 metri (41.50) consentendo alla ragazza empolese di salire sul gradino più basso del podio e aggiudicarsi un branzo meritatissimo.
Viola Caldarelli, Chiara Galli, Emma Martinelli e Camilla Fiorindi dell´Atletica Firenze Marathon hanno preso parte alla staffetta 4x400 che vedeva solo quattro squadre schierate al via per la conquista del titolo italiano juniores. E´ bastato battere la Fanfulla Lodigiana per conquistare con il tempo di 4:06.48 un meritatissimo terzo posto.
Ma le prestazioni degne di menzione dei ragazzi toscani non si fermano ai medagliati.
Diversi i quarti posti conquistati a testimonianza di un buon movimento di base che sa farsi valere a livello nazionale.
Ecco quindi Chiara Pazzagli del Centro Atletica Piombino si classifica al quarto posto nei 400 juniores con il tempo di 57.14.
Francesco Muller della Toscana Atletica Caripit sfiora anche lui il terzo posto saltando m. 4.50 nell´asta promesse, imitato, ma con dieci centimetri in più dallo junior Claudio Michel Stecchi nella prova riservata alla sua categoria.
Dopo le batterie dei 100 metri juniores Delmas Obou del Cus Pisa Atletica Cascina vantava il miglior tempo del turno eliminatorio (10.58) che gli sarebbe stato sufficiente per ottenere l´argento dietro a Valerio Rosichini autore di un probante 10.52 in finale. L´emozione forse ha tradito il giovane pisano che si è dovuto accontentare di un quarto posto confortato da un pur sempre ottimo 10.67.
Speriamo di non aver dimenticato qualcuno. Se così non fosse chiediamo anticipatamente scusa.

Fonte: Gustavo Pallicca

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]