23 Maggio 2019
[]
news

CI HA LASCIATI GIAMPIERO MARIANI

13-04-2010 - news generiche
Oggi intorno alle 13 si è spento nella sua casa di Pistoia Giampiero Mariani, un uomo che con la sua lunga militanza nel mondo dell´atletica leggera italiana aveva saputo conquistarsi un posto di rilevante valore per la passione trasfusa in tanti anni di attività sia a livello di giudice che di dirigente federale.
Giampiero Mariani era nato a Pescia l´11 maggio 1928. Proprio a Pescia, sotto l´ala protettrice di Giovanni Magnani, un´altra delle figure mitiche dell´atletica toscana, era sbocciata la sua grande passione per il nostro sport.
Negli anni successivi alla fine della guerra, tesserato per la Virtus Lucca, aveva svolto una intensa attività agonistica nelle file dei "terza serie", nella specialità dei 400 metri ostacoli, assistendo alla ascesa a livello nazionale e olimpico di Moreno Martini, sua compagno di squadra e di allenamenti e conquistando nel 1948 la vittoria nel Gran Premio di Società di categoria.
A Pescia aveva avuto inizio anche la sua carriera professionale con l´assunzione alla Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.
A cavallo degli anni ´60 l´istituto lo chiamò a Pistoia e qui avvenne l´incontro con il dott. Enzo Melani, che all´epoca guidava una sparuta compagine di giovani atleti sotto i colori del C.S.I. Pistoia, che muovevano i primi passi in una città priva di un impianto sportivo degno di questo nome.
In quegli anni l´opera meritoria di Bruno Zauli portò anche a Pistoia l´agognato campo di atletica.
Enzo e Giampiero non aspettano altro e insieme a Rinaldo Giovannini , al sottoscritto e a Bartolomei costituirono l´Atletica Pistoia, sodalizio che nel 1962 registrò la sua prima affiliazione alla F.I.D.A.L.
Fecero parte di questo primo nucleo di appassionati anche Artidoro Berti, olimpico a Helsinky 1952, Fabrizio Dalla Rosa, Roberto Del Coro, Guido Perderzoli, Roberto Capecchi e Antonio Batacchioli, questi ultimi due con funzioni tecniche.
Ad essi si aggiungeranno in breve tempo Agostino Chini, Vittorio Ercoli, Sergio Ulivi e Emilio Niccolai che creò dal nulla il settore femminile....e poi ancora Aldo Rosa, Guido Monciatti, Fabrizio Bertocci e tanti altri che sarebbe lungo ricordare insieme agli atleti che in quegli anni fecero risuonare il nome di Pistoia in campo nazionale e internazionale: Daniela Capecchi, Giorgio Ballati , Claudio Cialdi e Giorgio Berto.
Finalmente Pistoia, sotto la spinta entusiastica di questo gruppo di appassionati, era pronta a rinverdire gli allori che avevano fatto grande la Pistoia del mondo dell´atletica leggera i vari Ezio Cappellini, primo campione italiano dei 5000 metri, il lanciatore Aurelio Lenzi, olimpico ai Giochi di Stoccolma del 1912 e Antonio Capecchi, azzurro del giavellotto nel 1927.
Infatti in brevissimo tempo la società "esplose" nel vero senso della parola e si impose a livello regionale prima e nazionale poi soprattutto per la fertilità del suo vivaio giovanile.
Dietro a tutto questo fermento c´era sempre lui: Giampiero Mariani con l´anima e con il cuore. Proprio quel cuore che poi gli creerà i primi problemi di salute.
A lui si deve infatti la creazione di un Gruppo Giudici Gare di grande valore del quale lui assunse nel 1966 la carica come Fiduciario Provinciale, nel momento stesso in cui entrava a far parte del Comitato Regionale Toscano a fianco di uomini del calibro di Roberto Nardi e Giuliano Tosi.
Nel febbraio del 1971 Mariani è nominato componente della Giunta Nazionale del GGG, massimo organo direttivo del gruppo giudici a livello nazionale, nel primo direttivo guidato da A. Filippo Carboni che ricevette l´eredità da Giovanni Diamanti. Ovviamente a lui venne affidata la gestione dei giudici di partenza.
Nel 1968 Giampiero aveva coronato con la nomina a "giudice di partenza nazionale" la sua grande passione per questa delicata specialità ereditata dal fiorentino Vasco Lucci, passione che come un morbo inarrestabile trasmetterà a molti giudici del gruppo pistoiese, con in testa chi scrive queste note.
Nel 1976 arrivò anche la nomina (onorifica) a "giudice di partenza internazionale".
Nel 1982 il G.G.G. cambiò Segretario Nazionale e a Pippo Carboni subentrò il catanese Marco Mannisi. Giampiero Mariani venne nominato Vice Segretario Nazionale, carica che porterà fino ai Campionati del Mondo del 1987.
Anche in campo C.O.N.I. Mariani si impose per la sua competenza e passione tanto da ricoprire la carica di Vice Presidente Provinciale.
A Giampiero sono state assegnate tutte le massime onorificenze sportive: Stella d´Oro del C.O.N.I., Quercia di Terzo Grado della F.I.D.A.L. ma anche quelle civili e sociali in quanto ebbe fra queste anche il titolo di Cavaliere della Repubblica.
Con Mariani scompare una grande figura di sportivo e di uomo leale, generoso, altruista, appassionato dell´atletica leggera, sport che anteponeva a tutto e per il quale ha sacrificato, lo scrivo con convinta consapevolezza, tanti anni della sua vita.
Sicuramente da oggi, io e tanti altri amici che lo hanno conosciuto e stimato, saremo più soli anche se ultimamente, a causa della malattia, Giampiero non era più fra noi con la frequenza di un tempo.
Alla moglie Osanna, al figlio Roberto e alla nuora Tiziana Ponsicchi, azzurra e campionessa italiana di prove multiple, e alla adorata nipote, le più sentite condoglianze di tutto il mondo dell´Atletica Toscana!
Il funerale si svolgerà domani 14 aprile alle ore 14,30 presso la Chiesa delle Casermette (zona stadio) a Pistoia

Fonte: Gustavo Pallicca

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]