15 Novembre 2019
[]
news

Coppa Italia 2010: il successo passa dagli esordienti in pista

07-06-2010 - news generiche
La Coppa Italia 2010, prima edizione del nuovo evento nazionale per società, va in porto nel migliore di modi, accolta con successo nell´impianto fiorentino dello stadio Luigi Ridolfi.
Alzano la Coppa al cielo, al femminile l´Esercito, mentre tra gli uomini si impongono le Fiamme Gialle. Al di là dei risultati dei club, e delle ottime performance dei toscani in gara -la pisana Francesca Doveri prima nel lungo (e seconda nei 100hs), come il versiliese Nicola Vizzoni vincitore del martello; la senese Elisa Palmieri seconda nel martello con record di 66,53m; il fiorentino Maurizio Checcucci secondo davanti al suo pubblico nei 100m, così come Audrey Alloh nell´omologa gara femminile; ancora l´argento del livornese Andrea Lemmi nell´alto, e della fiorentina d´adozione Elisabetta Perrone nella marcia; le terze piazze dei grossetani Stefano La Rosa nei 5000m e Luana Picchianti nel giavellotto- la soddisfazione del comitato organizzatore sta nella piena riuscita dell´evento, in una macchina organizzativa che a partire dalla Coppa Europa 2003 ha affinato di anno in anno i propri ingranaggi.
L´obiettivo del 2010, oltre al consolidamento del gruppo operativo (la F.A.E:, il Comitato toscano FIDAL, il Gruppo Giudici Gare e i volontari impegnati), è stato quello di coniugare assieme alle gare assolute un evento promozionale legato alle categorie esordienti. Per questo motivo prima dell´inizio delle competizioni, oltre 300 esordienti provenienti da tutta la toscana si sono cimentati in uno sprint di 50m, proiettandosi sul traguardo dove sono stati accolti con il sorriso dalle possenti mani del versiliese Nicola Vizzoni, dal campione europeo indoor di triplo Fabrizio Donato e dal bronzo europeo indoor degli 800m Elisa Cusma.
I due delle Fiamme Gialle, assieme allo "scricciolo" dell´Esercito, hanno letteralmente esaltato i giovanissimi, felici di essere partecipi in un simile contesto e di fare una foto con dei campioni simbolo del movimento azzurro dell´atletica leggera.
Parliamo di questa iniziativa con il presidente della FIDAL Toscana Sergio Martinelli.

Presidente, il Comitato regionale punta molto nella valorizzazione dell´attività di base: come ha visto le gare degli esordienti inserite nel contesto della Coppa Italia?
Siamo molto soddisfatti della riuscita dell´iniziativa, della risposta data dalle società e dai genitori che hanno accompagnato i loro bambini al Ridolfi per vivere un pomeriggio di grande sport. Hanno avuto modo di capire i meccanismi dell´atletica, prima facendo la loro parte con un semplice sprint, poi potendo avvicinare alcuni dei nostri azzurri di successo.

Quale era l´obiettivo dell´inserimento di una gara per gli esordienti nella Coppa Italia?
Abbiamo pensato che fosse un´occasione unica per i nostri ragazzi -al pari delle iniziative propedeutiche che stanno facendo a Grosseto in vista dei Campionati Italiani assoluti- per correre in un impianto come il Ridolfi, in un contesto di prestigio, di fronte a una tribuna gremita. Non ci siamo sbagliati, ho visto la gioia negli occhi dei ragazzi, la voglia di partecipare, di correre e poi di vedere le gare dei loro beniamini, con cui poco prima avevano fatto una foto.

E´ questo un punto di arrivo o di partenza?
Il nostro Comitato è attivo da tempo nelle categorie giovanili, in particolare con gli esordienti, pertanto il mix Coppa Italia assoluta - gare per esordienti è un ulteriore tappa del nostro impegno per la promozione dell´atletica leggera. Così facendo, anche i genitori possono comprendere la bellezza di questo sport. Pensiamo che portare tutti alla stadio per una giornata o un pomeriggio in cui le gare dei loro figli si fondono con quelle dei protagonisti assoluti dell´atletica, sia una opportunità unica, da non perdere ed anzi valorizzare. Per il 2011 pensiamo di concretizzare la realizzazione del Gran Galà degli esordienti, una festa sempre nel bellissimo impianto del Ridolfi di tutto il movimento toscano con migliaia di giovanissimi, ragazze e ragazzi, pronti a festeggiare una attività che riteniamo essenziale nel futuro dell´atletica italiana.

FOTO

Fonte: Andrea Bruschettini

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]