20 Agosto 2019
[]
news

Cus Pisa Atletica Cascina, tempo di far festa

01-10-2013 12:20 - news generiche
Ancora non si sono spenti i riflessi per lo storico podio che il Cus Pisa Atletica Cascina ha conquistato dopo la finale della Serie A Oro ai societari di Rieti. Un podio che testimonia della qualità delle atlete impegnate nella competizione. La capitana Anna Salvini, discobola e pesista, che "ha condotto" la squadra al successo, verso il gradino più basso del podio, dietro a squadre blasonate come la Bracco di Milano e la società pluricampione d´Italia Acsi Italia Atletica di Roma. Nella due giorni, sono state tutte protagoniste, in gara anche le campionesse italiane assolute: Micaela Mariani, lancio del martello, giunta seconda e la quattrocentista ad ostacoli Yadisledy Pedroso, vittoriosa nella sua gara. Ottima prova per Serena Capponcelli, nel lancio del giavellotto che raggiunge il secondo gradino del podio; Francesca Lanciano, nel salto triplo supera i 13 metri e atterra sul terzo gradino del podio così come Anna Salvini nel lancio del disco. Il gradino più alto del podio, lo ha conquistato l´astista Valeria Chiaraviglio con 4,05 metri. Il risultato ottenuto catapulta la società pisano cascinese tra le migliori realtà d´Italia.
"Ringraziamo - dicono in società - lo staff tecnico, il direttore sportivo Fabio Mariotti, il direttore tecnico Carlo Bastianini, l´Atletica Cascina e il Cus Pisa per la realizzazione e la crescita di questa realtà sportiva che ormai da 5 anni si è ritagliata il suo spazio fra le grandi di questo meraviglioso sport che si chiama atletica".

"Dell´esito della finale - aggiunge lo stesso responsabile della sezione atletica, Fabio Mariotti - siamo ovviamente soddisfatti. Un terzo posto in finale Oro, pensando che nell 2009 eravamo in A2, è un impegno a cercare di far ancora meglio in futuro. Il nostro obiettivo di partenza era una posizione tranquilla, col passare delle gare abbiamo iniziato a guardare avanti e a credere di poter raggiungere le due corrazzate Bracco e Acsi. Un grazie ai tecnici, alle atlete tutte che hanno contribuito a questo risultato sia chi ha gareggiato a Rieti sia chi è dovuto rimanere a casa: senza citazioni di merito tutte sono state disponibili a mettersi al servizio della squadra e a sostenere le proprie colleghe. Sottolineo inoltre che con il crescere della squadra assoluta sta crescendo anche il settore promozionale. Il futuro? Ora finiamo la stagione, abbiamo ancora la finale Under 23 da disputare (terzo anno di seguito in Finale Oro) poi insiene agli amici Carlo, Ida, Giovanni e Michele decideremo dove intervenire".


Fonte: Carlo Carotenuto

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]