21 Agosto 2019
[]
news

Elisabetta Artuso e Giulia Pennella regalano alla Toscana due titoli ai Campionati italiani assoluti indoor

20-02-2011 18:56 - news generiche
Giulia Pennella
Ancora una due giorni di soddisfazioni per gli atleti toscani impegnati al Banca Marche Palas di Ancona nei Campionati italiani assoluti indoor.
Dei 26 titoli in palio, due vanno ad atlete toscane, mentre sette sono i piazzamenti totali sul podio che arricchiscono il palmares.
Come la settimana precedente, quando erano stati assegnati i titoli nazionali giovanili, anche in questo week end è Giulia Pennella la prima attrice del movimento regionale.
La ventiduenne di San Miniato di Pisa, allenata da Marco Taddei, era attesa all´appuntamento con il suo primo titolo nazionale assoluto. Dopo aver corso in batteria in 8"30, la portacolori dell´Esercito vince nettamente la finale in 8"17, confermandosi a pochi centesimi dal suo fresco record italiano under 23 (8"13), e candidandosi alla maglia azzurra per i campionati europei indoor di Parigi-Bercy di inizio marzo.
L´altro alloro tricolore giunge dagli 800m femminili, dove l´esperta grossetana Elisabetta Artuso (Forestale) arricchisce il suo prestigioso palmares correndo in finale in 2´11"54.
Da brava eptathleta, con già al collo il titolo italiano del pentathlon indoor, la pisana Francesca Doveri (Esercito), fa gli straordinari, e conquista due medaglie d´argento, nel lungo con 6,23m, e nei 60hs con8"30.
Il lustro maggiore della compagine maschile lo porta il fiorentino Claudio Stecchi (Fiamme Gialle/Assi Giglio Rosso) che arriva all´argento nell´asta con 5,50m. Per il vicecampione mondiale juniores di Moncton 2010, la misura rappresenta il nuovo personale assoluto, 10cm sopra il vecchio limite indoor e 9 su quello all´aperto. A soli 20 anni, l´atleta allenato da Vitaly Petrov e figlio dell´ex primatista italiano della specialità Gianni Stecchi, si mostra come una delle più belle speranze dell´atletica azzurra nel panorama internazionale.
Sempre all´argento giunge anche il mezzofondista grossetano Stefano La Rosa (Carabinieri), che, con la testa già proiettata verso gli Euroindoor di Parigi, lotta in volata nei 1500m arrivando spalla a spalla con il vincitore Marco Salami (3´44"09 contro 3´44"49).
Salgono sul gradino più basso del podio dei 400m due senesi, a sorpresa tra gli uomini Filippo Costanti (Uisp Atletica Siena) che corre in finale in 49"14 (48"78 per lui in batteria), tra le donne invece Chiara Bazzoni (Esercito) deve spingersi al personale indoor (53"82) per avere la meglio al fotofinish di Giulia Arcioni e ribadire, in una gara di alto contenuto tecnico, la volontà di prendersi il posto nella staffetta azzurra 4x400m che a Parigi si giocherà chances di podio.
Non finisce qui la carrellata sui migliori risultati degli atleti toscani, in quanto molti sono stati i piazzamenti a ridosso del podio, o comunque tra i primi otto.
Nell´alto maschile il livornese Andrea Lemmi (Fiamme Gialle) è giunto quarto con 2,21m, mentre nella stessa gara femminile Daniela Galeotti (Forestale) è arrivata quinta con 1,71m, stessa misura del settimo posto di Sara Tani (Toscana Atletica Empoli Nissan).
Nella 4x 200m femminile, la Toscana Atletica Empoli Nissan (Domitilla Bindi, Carlotta Batacchi, Silvia Nistri, Eleonora Volani) è giunta quarta a pochi centesimi dal podio, mentre al sesto posto troviamo l´Atletica Firenze Marathon (Alessia Berti, Chiara Del Nero, Ginevra Masini, Camilla Florindi).
Finale nei 60m femminili per la giovanissima Anna Bongiorni (CUS Pisa Atletica Cascina) e per l´esperta Erica Marchetti (Toscana Atletica Nissan), con la prima al sesto posto in 7"63 (7"61 in batteria) e l´altra al settimo con 7"64 (7"61 in batteria)
Settima piazza generale per molti atleti: Alice D´Auria (Uisp Atletica Siena) nel lungo con 5,80m; Sara Tani nel getto del peso, preceduta al sesto posto dalla pisana Anna Salvini (CUS Pisa Atletica Cascina) con 13,65m; Ilaria Galli (Atletica Firenze Marathon) nei 3000m di marcia; Manuel Cominotto (Atletica Firenze Marathon) nei 3000m in 8´18"55; e Jonathan Pagani (Bruni Atletica Vomano Teramo) nel peso con 16,79m.

Fonte: Andrea Bruschettini (foto di Giancarlo Colombo/FIDAL)

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]