20 Novembre 2019
[]
news

Festa dell´Atletica Toscana: una celebrazione speciale con i premi ai tre medagliati degli Europei di Barcellona

21-03-2011 22:51 - news generiche
23 marzo, ore 17:30, Palazzo Vecchio, Salone dei Cinquecento

La Festa dell´Atletica Toscana si annuncia come una serata ricca di tanti spunti per celebrare un´annata, quella appena trascorsa, in cui le soddisfazioni non sono mancate per tutto il movimento.
Nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, mercoledì saranno consegnati premi a tecnici, atleti e dirigenti provenienti da tutte le province della regione, perché tanti sono i soggetti che sono emersi nel corso del 2010.
La Toscana si è mostrata come sempre una delle regioni leader del movimento dell´atletica italiana, portando alla maglia azzurra atleti di prima grandezza e organizzando i due massimi eventi della stagione in pista: i Campionati italiani assoluti di Grosseto in luglio e la Coppa Italia andata in scena a Firenze in giugno.
Il proficuo lavoro portato avanti con passione dai dirigenti-organizzatori, supportati dalla competenza dei tanti giudici del Gruppo Giudici Gare toscano, hanno garantito, e continuano a garantire, la realizzazione di un ricco calendario agonistico, in cui trovano fertile terreno di crescita i ragazzi che si affacciano alla disciplina.
In questo positivo contesto hanno mosso i primi passi alcuni ormai affermati campioni, che proprio mercoledì a Firenze riceveranno il riconoscimento speciale della FIDAL Toscana.
Si tratta ovviamente dei medagliati dei Campionati Europei di Barcellona, ovvero il versiliese Nicola Vizzoni, il fiorentino Maurizio Checcucci e il pisano Daniele Meucci. Qui citati in rigoroso ordine di medaglia e di "anzianità", con il finanziere di Pietrasanta secondo nel lancio del martello, il poliziotto fiorentino argento con record italiano nella staffetta 4x100m, il portacolori dell´Esercito bronzo nei 10.000, i tre rappresentato la punta più alta dell´atletica toscana.
Cresciuti nei piccoli contesti di provincia, negli anni sono riusciti ad assurgere alle massime vette internazionali, continuando nel frattempo ad allenarsi nel proprio ambiente domestico e continuando ad essere seguiti da allenatori del territorio: Riccardo Ceccarini per Nicola Vizzoni; Luigi Principato per Daniele Meucci; e un lavoro in completa autonomia per Maurizio Checcucci.
Logico quindi che la loro presenza "in campo", vicina a tanti giovani che praticano l´atletica in Toscana, finisca per essere un elemento di stimolo e di traino anche per nuovi talenti che stanno emergendo.
Per questo motivo riceveranno premi anche il fiorentino Claudio Stecchi, vicecampione mondiale juniores di salto con l´asta; la pisana Anna Bongiorni, medaglia di bronzo con la staffetta mista ai Giochi Olimpici giovanili; l´aretina Anna Visibelli, anch´essa protagonista Giochi Olimpici giovanili nel salto in lungo; e i tanti teenager che si sono messi in luce primeggiando a livello nazionale: i martellisti Francesco Neri ed Elisa Magni; il velocista Delmas Obou; l´astista Ester Silvan, la discobola Ambra Julita.
Non mancherà un riconoscimento al portacolori della G.S. Orecchiella Garfagnana Gabriele Abate, capace di vincere il titolo europeo a squadre di corsa in montagna e di giungere secondo sempre con la formazione azzurra nel Campionato mondiale.
Accanto ai premi per gli atleti, le quattro Querce al merito atletico - biennio 2009/2010, massime onorificenze assegnate dalla FIDAL a persone che hanno saputo distinguersi per la promozione e la realizzazione dell´atletica leggera. Riceveranno le Querce di III grado il generale Giorgio Cantini, presidente dell´Atletica Firenze Marathon; il cavaliere Dario Del Sordo, presidente onorario della Toscana Atletica Empoli e figura di riferimento dello sport empolese; infine il lucchese Sergio Martinelli, attuale presidente della FIDAL Toscana. Al piombinese Piero Massini, tecnico del Centro Atletica Piombino, verrà assegnata la Quercia di I Grado.
Nel clima generale di festa non mancheranno due riconoscimenti speciali a personalità che in vario ambito per anni hanno servito e tuttora servono l´atletica toscana, ovvero il giudice di gara Giampaolo Gemignani, e il giornalista Carlino Mantovani, firma storica dell´atletica fiorentina.

Fonte: Andrea Bruschettini
Documenti allegati
Dimensione: 734,30 KB

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]