20 Settembre 2020
news

L´Atletica Firenze Marathon sul podio degli Allievi nella finale di Roma tra le migliori 12

09-06-2013 19:30 - news generiche
L´esultanza del gruppo dell´Atletica Firenze Marathon dopo la premiazione
Terzo posto di grande valore nella classifica Allievi, che segna anche un balzo avanti in classifica per l´Atletica Firenze Marathon (che si presentava accreditata del quinto punteggio) nella finale principale dei Campionati di società Allievi e Allievi (quella che assegnava gli scudetti), disputatasi alla Farnesina a Roma. La società fiorentina era presente (anche in questo caso unica rappresentante della Toscana tra le migliori 12 società d´Italia tra gli Under 18) anche in campo femminile dove alla fine "si è accontentata" di un nono posto con 114 punti.
Vince lo scudetto in campo maschile la formazione delle Fiamme Gialle Simoni che ha chiuso con 171 punti davanti a Studentesca CariRieti (164) e appunto, l´Atletica Firenze Marathon, che con 152 punti ha distanziato nettamente le formazioni che seguono (i fiorentini erano addirittura secondi dopo la prima giornata). Tra le Allieve podio composto da Studentesca CariRieti (172), Atletica Vicentina (170), Atletica Bergamo (167).

Tra gli atleti e le atlete del team fiorentino su tutti spicca la doppia vittoria di Benedetta Cuneo con 5,99 (+0.8) nel lungo oggi e ieri nella prima giornata 13,01 (-0.1) nel triplo, mentre sulla pedana del lancio del peso si è consumato l´atteso confronto tra Sebastiano Bianchetti (Stud.CariRi) e Leonardo Fabbri (Firenze Marathon), rispettivamente primo e secondo delle graduatorie italiane stagionali, che il reatino ha fatto suo con 18,21 mentre Fabbri è rimasto al di sotto delle sue ultime performance fermandosi a 17,15.
Bella vittoria anche per Niccolò Coppini nella marcia 5 km, con ampio margine in 24´07"17.

Nel corso della manifestazione Ilaria Casarotto, giavellottista vicentina, ha demolito il record italiano del giavellotto Allieve con un lancio di 56.97 (miglior misura mondiale 2013 per Under 18, scalzando il 55,15 della sudafricana Jo-Ane Van Dyk).

Fonte: Carlo Carotenuto / Ufficio stampa Fidal

Realizzazione siti web www.sitoper.it