19 Luglio 2019
[]
news

La gioia di Lorenzo Dini e la vittoria della medaglia dedicata a Vittoriano Drovandi

19-07-2013 07:52 - news generiche
Loenzo Dini subito dopo la gara nella foto Colombo / Fidal
«Correre in casa è tutta un´altra emozione - esplode così nelle dichiarazioni del dopogara raggiante Lorenzo Dini dopo l´arrivo e la medaglia d´argento agli Eurojuniores di Rieti, la prima per l´Italia - Sentivo il tifo dei miei compagni, dello stadio, mi ha dato un´energia pazzesca. Alla partenza ero molto carico, ammetto che a portare a casa ´qualcosa´ ci pensavo... ma in questi giorni sono riuscito a restare tranquillo come al solito. Ho cominciato a pensare alla gara solo nel riscaldamento». Lorenzo aveva appuntato sulla maglia un nastrino bianco-verde: «Un segno che abbiamo voluto noi atleti di Livorno in onore di Vittoriano Drovandi, il nostro tecnico scomparso da poco. Lo ha indossato anche Filippo Lari ai mondiali Allievi di Donetsk, gli dobbiamo affetto e riconoscenza». Poi una nota tattica da atleta consumato «Non sono rimasto sorpreso dalla gara: i tecnici della nazionale mi avevano prospettato questa ipotesi. All´inizio non sembrava che saremmo scesi sotto i 30´, poi i miei avversari hanno cambiato marcia e io mi sono semplicemente accodato al trenino». E l´ultimo giro? «Mi sono accorto che il russo accelerava e mi è sembrato strano, ho pensato fosse troppo presto per un cambio così brusco: infatti non l´ho seguito ma ho fatto tenuto il mio ritmo, dando tutto nel finale. Che spettacolo, sono sicuro che questa medaglia caricherà anche i mie compagni!».

Fonte: Carlo Carotenuto / Ufficio stampa Fidal

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]