30 Novembre 2020
news

La gioia di Vizzoni

12-08-2013 22:08 - news generiche
"Questo risultato voglio dedicarlo a chi a 40 anni ancora crede in me a partire dal presidente Fidal Alfio Giomi, dal dt Massimo Magnani, senza dimenticare le Fiamme Gialle, la mia famiglia e la mia compagna Claudia (Coslovich, ndr)". Sono le parole di Nicola Vizzoni, settimo nella finale mondiale del martello a Mosca.
"Sono contento perché è come se avessi continuato a lanciare dalla qualificazione - racconta - Oggi, infatti sono ripartito da un misura quasi identica a quella che mi ha permesso di arrivare in finale. Ieri con il mio tecnico Riccardo Ceccarini abbiamo messo appunto alcuni dettagli, anche se la partenza non è ancora come dico. Anche nel 77,61 ho affrettato un po´ i tempi, ma era da almeno qualche settimana che sapevo di valere una prestazione del genere".
Koji Morofushi gli ha chiesto se al prossimo Mondiale, tra due anni, ci sarà. "Gli ho detto che mi programmo anno per anno, ma intanto abbiamo preso accordi con l´idea di poterci allenare insieme prossimamente - replica Vizzoni - Intanto a Pietrasanta, abbiamo formato un bel gruppo di lanciatori che comprende anche la martellista Micaela Mariani che seguo io a livello tecnico e che quest´anno si è laureata campionessa assoluta".

Fonte: Carlo Carotenuto / Eurosport.com

Realizzazione siti web www.sitoper.it