30 Novembre 2020
news

Una splendida Bazzoni, ma è doccia fredda. Squalifica per la 4x400. Domani la 4x100.

17-08-2013 17:43 - news generiche
Si è chiuso con un´altra grandissima impresa il Mondiale di Mosca di Chiara Bazzoni, nella finale della 4x400. Bazzoni come sempre in prima frazione (settima corsia) con Milani, Spacca (cambio rispetto alla batteria) e Grenot; all´interno la Gran Bretagna, all´esterno la Romania. Bazzoni ha tenuto, ha consegnato il testimone tra le prime quattro. La Grenot nella quarta fazione riceveva il testimone al quinto posto, in lotta con l´Ukraina che era stata superata per un centesimo in batteria. Nel finale l´atleta dell´Ukraina che passa e supera Grenot per un centesimo e nell´ultimo metro tocca anche il testimone dell´azzurra e lo fa cadere. L´Italia sarebbe sesta in 3´27"39, miglior risultato di sempre in un Mondiale (due ottavi posti nelle precedenti occasioni in cui si era andati in finale con la 4x400 donne), anche se si teme una squalifica.

"Sperando che questo risultato rimanga - ha detto Chiara subito dopo la gara - è un´ottima posizione. Io ho corso con il cuore perché ero alla quarta gara e non ne avevo più per quanto riguarda le gambe. Ringrazio il Signore per questo Mondiale che per me è stata un´esperienza bellissima".
Poi arriva la squalifica e l´attesa per il ricorso. Il tempo fatto dalle azzurre sarebbe la quarta prestazione di sempre per l´Italia.

Domani, domenica, l´ultima giornata di gare con ancora atlete toscane in pista. C´è la 4x100 donne con Audrey Alloh e Irene Siragusa: alle 14.15 ora italiana (16.15 in Russia) le tre batterie. L´Italia sarà nella seconda, in quarta corsia. La finale è in programma sempre domani, penultima gara del programma prima della finale della 4x100 uomini: alle 16.10 in Italia, le 18.10 a Mosca.

Fonte: Carlo Carotenuto

Realizzazione siti web www.sitoper.it