12 Dicembre 2019
[]
news

Campionato di Società Assoluto su pista - Fase Regionale

22-05-2012 19:02 - news generiche
Oltre 1200 atleti provenienti da tutta la Toscana si sono dati battaglia sabato e domenica scorsa sulla piste e le pedane dello Stadio Zatopek di Campi Bisenzio per la disputa delle gare delle due giornate del Campionato Assoluto su pista regionale.
Si è gareggiato, specialmente nella giornata di domenica, sotto una pioggia fitta, insistente, fastidiosa che ha chiamato a dura prova gli atleti, i tecnici e i giudici impegnati nella manifestazione.
Al termine delle due giornate di gara la classifica per società vede al comando l´Atletica Virtus C.R. di Lucca in campo maschile (punti 15.757) e la Atletica Firenze Marathon in quello femminile (punti 15.790). Pochi punti in verità (meno di 300) dividono le due capo fila dalle seconde che sono l´ottima Atletica Livorno fra gli uomini e il Cus Pisa Atletica Cascina fra le donne.
Bene anche la Atletica Firenze Marathon, terza a meno di 300 punti, in campo maschile e la Toscana Atletica Empoli Nissan fra le donne.
Le prestazioni individuali, specie quelle dei concorsi, ma anche le corse ne hanno risentito, sono state condizionate dal maltempo, che non ha permesso agli atleti di esprimersi al meglio.
Ciò nonostante il veterano di mille battaglie, l´argento di Sydney, il capitano della nazionale azzurra, Nicola Vizzoni, in gara per l´Atletica Livorno, ha saputo superare i 75 metri nel martello, inanellando una serie di tutto rispetto se si considerano le condizioni ambientali. Nicola al primo lancio ha raggiunto la misura vincente (75,06), esibendosi poi a m. 72,42 - 74,57 - 74,18 - e 74,03, chiudendo con un nullo.
E´ stata l´unica prestazione in campo maschile che ha fruttato all´atleta, e alla società, un punteggio superiore ai 1000 (1.033) punti.
Anche Audry Alloh, la stella dell´Atletica Firenze Marathon in forza alle Fiamme Azzurre, ha superato i mille punti (1.042) correndo la prima serie dei 100 metri nell´ottimo tempo di 11.48.
Nella gara dei 100 maschili tre atleti sono scesi sotto il limite degli 11 secondi netti. Il migliore è stato Jacobs della Atletica Virtus CR Lucca che ha fatto segnare un discreto 10.68 con vento pressoché nullo. Al secondo posto Filippo Bruschi della Atletica Firenze Marathon (10.97) e al terzo il livornese (Atletica) Marco Landi (10.98).
Sarà proprio Bruschi che domenica si aggiudicherà i 200 metri nel tempo di 21.59 davanti a Vezio Bianchi della Virtus CR Lucca (21.67) e Enrico Cioli (21.69) della Toscana Atletica Caripit.
La Alloh, che ha vinto i 100 in 11.48 davanti a Irene Siragusa (11.76) dell´Atletica 2005 e all´azzurra Chiara Bazzoni (11.96) in gara per la Toscana Atletica Empoli Nissan, è stata battuta sui 200 dalla stessa Siragusa che si è aggiudicata la gara nel tempo di 24.22 contro i 24.42 della ivoriana fiorentina (vento + 1.8 m/s).
Anna Bongiorni, un´altra delle azzurrine in campo, è stata schierata sui 400 metri e la pisana, figlia d´arte, ha svolto per intero il suo compito aggiudicandosi la prova col tempo di 56.03 davanti a Chiara Pazzagli del Centro Atletica Piombino (56.38). Bene in questa impegnativa prova anche la pisana Giada Priarone (57.19), Camilla Feliciani (Atletica Pietrasanta Versilia) a 57.60 e due rappresentanti dell´Atletica Firenze Marathon Alessia Berti (58.38) e Chiara del Nero (59.00).
Nella stessa specialità maschile non ci sono stati tempi di rilievo. Ha vinto Enrico Cioli (48.97) della Toscana Atletica Caripit, battendo lo specialista Tommaso Lisa (49.07) dell´Assi Giglio Rosso dal quale ci si attendeva una prestazione migliore. Al terzo posto Alessandro Orsi dell´Atl. Virtus C.R. Lucca in 49.13.
Con un finale bruciante Fabio Crispino dell´Atletica Firenze Marathon si è imposto nella serie dei migliori degli 800 metri con il tempo di 1:52.55. Battuto allo sprint ma in testa nel finale fino a pochi metri dal traguardo Bussotti Neves Junior dell´Atletica Livorno (1:53.86). Terzo Riccardo Fratarcangeli (Monte Paschi Uisp Atletica Siena) in 1:54.72 che ha soffiato il posto a Tommaso Lisa (1:55.19).
Con un keniano in campo difficile sbagliare il pronostico. La regola è stata rispettata e infatti la gara dei 1500 se l´è aggiudicata Ezekiel Kiprotich Meli dell´Atletica Virtus CR Lucca nel tempo di 3:46.28, che ha battuto tre portacolori dell´Atletica Livorno: i gemelli Lorenzo e Samuele Dini (rispettivamente in 3:50.66 e 3:51.28) e Neves Junior Bussotti (3:52.44).
Lo stesso Meli ha vinto domenica, correndo sotto l´acqua, i 5000 metri in 13:50.16 (prima serie), battendo il connazionale e compagno di squadra Nelson Dokita Olempayie (14:36.60). Ottimo terzo Massimo Mei dell´Atletica Castello in 15:26.41.
Nella seconda serie si è imposto Julius Too Kipkurgat della Toscana Atletica Caripit che ha fatto segnare il secondo miglior tempo di giornata (14:24.22), chiudendo la gara davanti a Lorenzo Dini (14:27.85) e Mattia Maccagnan dell´Atletica Firenze Marathon (14:32.32).
Il keniano Olempayie dell´Atletica Virtus CR Lucca si è imposto nella dura gara dei 3000 siepi nell´ottimo tempo di 9:02.28 davanti a uno straordinario e versatile Luca Lemmi dell´Atletica Livorno (9:16.84).
Facile vittoria di William Frullani in 14.90 sui 110 ostacoli, una specialità che in Toscana stenta a trovare un vero protagonista, davanti a Giovanni Gregori (Assi Giglio Rosso) e Marco Rossi (Toscana Atletica Caripit) rispettivamente in 15.26 e 15.53. Bene anche Papisse Fall dell´Atletica 2005, vincitore della seconda serie in 15.49.
Dominio pisano sugli ostacoli bassi dei m. 400. Ai primi due posti dopo la disputa delle due serie si sono infatti classificati: Luca Giangravé e Francesco Pellicani del Cus Pisa Atletica Cascina rispettivamente in 53.04 e 54.02. Terzo anche in questa prova Papisse Fall (54.09), figlio di Moussa Fall, indimenticato ottocentista che per molti anni ha vestito la maglia dell´Assi Giglio Rosso.
Ancora un Lemmi sugli scudi. Questa volta si è trattato dei più grande dei due fratelli, Andrea, in gara per l´Atletica Livorno, saltatore in alto di valore che è stato frenato dal maltempo sulla misura due metri 2.10.
Quattro metri e trenta sono stati sufficienti a Francesco Muller dell´Atletica Firenze Marathon per aggiudicarsi la gara di salto con l´asta. Sicuramente nella seconda giornata dei Campionati scenderà in pista a dare il suo contributo alla società la grande promessa della specialità, quel Claudio Stecchi che veste i colori dell´Assi Giglio Rosso.
Un solo atleta oltre i sette metri nel lungo. Viene dallo Sri Lanka e veste la maglia dell´Atletica Virtus CR Lucca: si chiama Crishan Jorg Kalugamage ed ha saltato m. 7.07, proprio all´ultimo salto, aiutato da un vento che ha soffiato a m. 1.3 m/s.
Ha quasi 40 anni, ma non li dimostra, Leandro Mangani, al quale è bastato un salto a m. 15,28 per aggiudicarsi la gara di salto triplo davanti al lucchese Leonardo Monacci (14.41) e a Francesco Muller (14.10).
Poli e Iaropoli (Virtus Lucca), Apolloni (Firenze Marathon) si sono dati battaglia sia nel peso che nel disco.
Nel lancio del peso ha prevalso Simone Poli con unlancio di m. 13.50, ottenuto all´ultimo tentativo, mentre Federico Apolloni ha prevalso nel disco lanciando l´attrezzo a m. 55.85 al primo lancio di finale e classificandosi al terzo posto nel lancio del peso (13.10), mentre Salvatore Iaropoli ha vinto l´argento del peso (13.34) e il bronzo nel disco (43.84).
Del martello abbiamo già parlato in apertura. Dietro Vizzoni si sono classificati nell´ordine due atketi della Firenze Marathon: Ginalorenzo Ferretti (m. 66,06) e Dario Ceccarini (58,27).
Per pochi centimetri Andrea Caselli della Toscata Atletica Caripit ha strappato a Maurizio Guidi (Atletica Firenze Marathon) la vittoria nella gara di lancio del giavellotto: 58,56 contro 58,42 un vero duello all´ultimo lancio!
Si veste dei colori dell´Atletica Livorno il vincitore della gara di marcia sui 10 km in pista. Si chiama Filippo Girardi. Ha chiuso la gara in 43:10.15 battendo il sempre bravissimo Andrea Romanelli della Toscana Atletica Caripit (44:46.69) e Michele Amoroso della Firenze Marathon (47:14.14).
La migliori staffette veloci erano raggruppate nella prima delle tre serie della 4x100. Ha vinto l´Atletica Virtus CR Lucca (Orsi, Bianchi, Kalugamage, Jacobs) in 41.62 davanti alla Toscana Atletica Caripit (Cioli, Morganti, Mannelli e Frullani) 42,35 e all´Atletica Firenze Marathon (Lauretti, Bruschi, Morizio e Barone) 42.58.
La Virtus CR Lucca ha dominato anche nella 4 x400 vincendo la prova (Nicoletti, Nocerino, Niccoli e Orsi) in 3:22.03 davanti all´Atletica Firenze Marathon (Andreucci, Crispino, Fedele, Morizio) 3:22.73 e al Cus Pisa Atletica Cascina (Pellicani, Casella, Quagliarotti, Giangravè) 3:24.42.
Dopo qualche anno di assenza dalla Toscana la catanese Maria Cristina Petralia è approdata alla corte di Pietro Neri e sarà uno dei punti di forza della Atletica Sestese femminile, una società che dopo questa tornata di gare occupa la quarta posizione in classifica a pochissimi punti dalla Toscana Atletica Empoli e con molte cose ancora da dire nella 2° giornata.
La Petralia si è ben comportata nei 1500 metri, corsi la prima giornata, finendo al sesto posto nella serie vinta da Cristiana Artuso in 4:41.84, denunciando una impreparazione su questa distanza, ma negli 800 corsi la domenica ha imposto la sua classe vincendo in 2:14.72 davanti a Camilla Feliciani dell´Atletica Pietrasanta Versilia.
Nei 1500 la vittoria finale è andata a Claudette Mukasakindi dell´Atletica 2005 che ha fatto segnare il miglior tempo del lotto delle concorrenti: 4:32.95. La portacolori della società di S.Gemignano si è imposta anche nei 5000 corsi sotto l´acqua nel tempo di 16:24.14 battendo una tenace Silvia Del Fava dell´Atletica Firenze Marathon (17:10.81).
Paola Pennella dell´Atletica Sestese Femminile ha vinto come da pronostico i 100 metri ostacoli nel tempo di 14.38 (vento +2,2 m/s) precedendo di poco la promettente Silvia Zecchi (classe 1993) dell´Atletica Prato (14.4.9) e l´ancor più giovane (classe 1994) Rebecca Palandri della Toscana Atl. Empoli Nissan (14.53).
Ann Caroline Danielsen, Atl. Firenze Marathon, continua a primeggiare in Toscana nella specialità dei 400 ostacoli. Anche domenica ha vinto la gara in 1:02.49 battendo allo sprint una tenace Beatrice Farinola dell´Atletica Sestese Femminile (1:02.98) e Emma Martinelli, della stessa società della Danielsen, che ha segnato 1:04.01.
Capponcelli Serena del Cus Pisa Atletica Cascina ha avuto la meglio su Eleonora Bacciotti nella gara di salto in alto superando l´asticella a m. 1.72 al primo tentativo e poi fallendo però le prove a m. 1.74. La Bacciotti, reduce da una brillante prestazione al Multistar di Desenzano s/Garda, è rimasta al di sotto del suo potenziale fermandosi a m. 1.69.
Tre metri e sessanta sono stati sufficienti per Letizia Marzenta dell´Atletica Firenze Marathon per aggiudicarsi la gara di salto con l´asta. Con la stessa misura, ma al secondo posto, si è classificata Nadia Caporaletti del Cus Pisa Atletica Cascina. Poco distante dalle prime anche Ester Silvan dell´Assi Giglio Rosso che ha saltato m. 3,50.
Molte le concorrenti ma scarsi i risultati nella gara di salto in lungo. Ha vinto Francesca Giorgetti dell´Atletica Firenze Marathon con la misura di m. 5,66 precedendo Ilaria Cariella dell´Atletica Livorno (5,62) e Anna Visibelli (5,60).
Due soli salti validi, di cui uno a m. 12,66, sono stati sufficienti a Martina Da San Biagio dell´Atl. Firenze Marathon per aggiudicarsi la gara di salto triplo.
Anna Salvini del Cus Pisa Atletica Cascina ha imposto la sua maggior forza ed esperienza e si è aggiudicata la gara di lancio del peso (13,55) unica a superare la soglia dei 13 metri. La eptathleta Sara Tani è giunta seconda con m. 11,33.
La Salvini ha vinto anche il lancio del disco sfiorando i 50 metri (49,67), precedendo Ambra Julita della Atletica Firenze Marathon (45,48).
Sarà orgoglioso papà Alessandro Andrei per la bella prova offerta dalla figlia Chiara (Atl. Firenze Marathon) che si è imposta nel lancio de4l martello, scagliando l´attrezzo a m. 46,35 al primo lancio di finale.
La classe non è acqua si è soliti dire. Veronica Becuzzi dell´Atletica Livorno ce lo conferma con questa sua nuova bella vittoria nel lancio del giavellotto (m. 46,77). Seconde e terze due ragazze "Serene": Capponcelli del Cus Pisa Atl. Cascina (41,00) e Tronnolone dell´Atletica 2005 (40,15).
Ilaria Mariotti del Cus Pisa Atletica Cascina non ha avuto rivali nella prova di marcia sui 5000 metri. Ha vinto infatti in 25:07.12, precedendo Francesca Niccolai (Toscana Atl. Empoli Nissan) che ha avuto un finale di gara veramente efficace (26:23.46) che le ha consentito di avere la meglio sulla brava e tenace Angelica Valentini dell´Atl. Sestese Femminile (26:48.91). Bene anche Costanza Giustini che ha terminato al quarto posto in 27:04.10.
La staffetta veloce dell´Atletica Firenze Marathon (Gorini, Berti, Fiorindi e Alloh) non ha avuto rivali nell´aggiudicarsi la prova in 47.40. Al secondo posto l´Atletica Livorno (Lensi, Bianchini, Cariello e Repeti) in 48.36 e al terzo le ragazze del Cus Pisa Atl. Cascina (Gervasi, Priarone, Chiappori, Leonardi) 48.45.
Il Cus Pisa si è preso la rivincita vincendo agevolmente la staffetta del miglio (Gervasi, Bazzicalupo, Priarone e Bongiorni) in 3:53.69, battendo appunto la Atletica Firenze Marathon (Del Nero, Danielsen, Martinelli e Berti) 3:55.71 e le bravissime ragazze dell´Atletica Sestese Femminile (Malucchi, Farinola, Petralia, Carnasciali) che hanno concluso la loro gara in 4:05.46.
Una bella manifestazione nel suo complesso ben organizzata dall´Atletica Campi Universo Sport con gli infaticabili Borborini e Bicchi.
Encomiabile anche l´apporto del Gruppo Giudici Gara che ha operato in condizioni molto precarie, ma che ha saputo condurre in porto brillantemente una manifestazione complessa e delicata.

Fonte: Gustavo Pallicca

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]